ALEC-BOOK
On

Letture made in USA | How to talk Trump

Il paradiso di lettori a NYC è Barnes & Noble. Il mio personale è quello ad Union Square. Quattro piani di libri, riviste, articoli di cartoleria e mondi da esplorare.

La cosa più bella? Si possono impilare quanti libri e riviste si vogliono e leggerle anche per un giorno intero.Non ci sono limiti, non ci sono regole. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Certo sarebbe più comodo leggerle sul proprio letto o divano….ma visto che le riviste qui costano quasi tutte  tra i 6 e 12 dollari, Barnes & Noble è la soluzione migliore per rimanere aggiornati sul mondo che ci circonda, in maniera economica.

Questa settimana, una delle letture più interessanti (e decisamente divertente) in cui mi sono imbattuta è stato un articolo dell’Atlantic, ovviamente a tema Trump, che si intitola: “How to talk Trump” a firma di Kurt Andersen – lo trovate online qui.

the atlantic march 2018

Un breve e spiritoso pezzo, che ti insegna come parlare, scrivere – e magari pensare – come il presidente Trump. Da questo dizionario di termini, frasi ed aggettivi è nato un libro, che l’autore ha scritto con Alec Baldwin, impersonatone del tycoon al Saturday Night Live, (storico programma di satira americana in onda sull’emittente NBC) che si intitola: You Can’t Spell America Without Me: The Really Tremendous Inside Story of My Fantastic First Year as President Donald J. Trump (A So-Called Parody) e lo potete trovare in inglese su Amazon (o anche meglio in libreria, negli States).

Un libro scritto in prima persona dal vero Trump.

Io uso le parole migliori, bellissime parole. Le migliori frasi e – come le chiamate? – ah si paragrafi. Il miei ultimi libri erano grandiosi e hanno venduto molto bene, incredibilmente bene. Anche quelli che hanno scritto su di me i disonesti, disgustosi giornalisti. Si dice che se vuoi fare una cosa per bene, la devi fare da solo. Quindi ogni singola parola scritta in questo libro è stata scritta da me, usando un avanzato sistema di parole durante le tante, tante, notti che sono stato costretto a stare da solo nella Casa Bianca – solo io, da solo, fidatevi, nessuno mi ha mai aiutato. E tutto quello che è scritto in questo libro è vero, vero, vero – molti già dicono che probabilmente è il libro più vero che sia mai stato pubblicato nella storia della stampa. ENJOY!

 

Ma prima di leggerlo, dovete imparare a parlare Trumpiano.

Per gli aggettivi – negativi – si deve usare:

  • boring
  • complete and total
  • crooked
  • disgusting
  • dishonest
  • dopey
  • dumb
  • goofy
  • horrible
  • not good
  • obsolete
  • overrated
  • rude
  • terrible
  • unfair
  • weak
  • worst
  • sad stupid

Per quelli positivi:

  • amazing
  • beautiful
  • best
  • brilliant
  • elegant
  • good
  • great
  • happy
  • honest
  • top
  • strong
  • powerful
  • tremendous
  • unbelievable

Poi ci sono quelli extreme:

  • big
  • huge
  • major (or major major)
  • many (or many, many, many)
  • massive
  • tough
  • numerous

Le frasi speciali invece sono:

  • believe me
  • by the way
  • don’t have a clue
  • hit a home run
  • I’m doing very very well with
  • in all fairness
  • never seen before, ever
  • okay?
  • right?
  • zippo
  • very much involved
  • not gonna happen
  • laughing at us

Poi ci sono gli  avverbi (importantissimi):

  • absolutely
  • badly
  • totally
  • very
  • viciously
  • truly frankly

E ancora, le classiche frasi da Trump:

  • That’s just what I heard…
  • Ppl think it’s going to happen…
  • They are saying…
  • Everyone is now saying…
  • I’ve been hearing
  • I’ve seen this, and I’ve sort of witnessed it – in fact I have actually witnessed..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono la persona giusta…

Se state cercando una giornalista pubblicista con esperienza sia nel giornalismo online che in quello cartaceo.
Se avete bisogno "di una penna" motivata, intraprendente e piena di idee da mettere su carta o schermo.

Dal Blog
Come contattarmi
Per feedback, domande e anche solo salutarmi potete mandarmi una mail a magnanellieleonora@gmail.com
Oppure scrivermi tramite il form che trovate nei Contatti
Social